domenica 5 febbraio 2012

L'arrosto di maiale con miele e zenzero, chez Elena

Arrosto al miele e zenzero

Eccoci qui, buonasera a tutti voi :) Ormai sembra diventata la rubrica della Domenica, 'sta qua, ma tant'è, e devo dire che tutto sommato non è poi molto peggio di quello che passa il convento (la tv) nella giornata che mi piace meno in tutta la settimana. Tra "In Famiglia", "Buona Domenica", "Domenica In" e altre, solite, cavolate varie, l'unica alternativa sembra davvero essere cucinare e oziare facendo zapping tra Cielo e Real Time e ogni tanto buttando un occhio su Instagram (new drugs) :) 

Oggi sono arrivata lunga e mi trovo a scrivere dal divano, mentre guardo Fazio, forse una delle poche trasmissioni che riesca a reggere (ehm, dimenticavo... Italia got's talent, scusate, so che non c'è da stimarsi, ma a me fa troppo ridere, si vedono certi fulminati! :D). Venendo al dunque, settimana scorsa ci eravamo lasciati con un menù in corso. Devo dire che il pranzo è andato benone, non è avanzata una briciola, il che mi fa ben pensare che sia stato pienamente apprezzato e che posso procedere a passarvi le ricette senza il rischio di avvelenarvi ;)

A dire il vero, in questo caso non avevo dubbio alcuno. La ricetta mi è stata caldeggiata dalla mia amica Elena, una delle deliziose persone conosciute proprio grazie al blog e con cui sono in quotidiano contatto, che ha aperto da non molto tempo un suo blog (eccolo qui). Lei è una fan sfegatata dello zenzero e mi sono fidata ciecamente quando mi ha parlato di questo piatto. Si tratta di un arrosto molto delicato e dai sapori non troppo marcati, tanto che è piaciuto anche alle bambine. L'ho servito con un insalatina di misticanza, carote julienne e germogli di soia, che ho condito con una salsina agrodolce di soia, miele e sesamo scovata online letteralmente fa-vo-lo-sa, è andata a ruba. 

Arrosto di maiale con miele e zenzero

Ingredienti (x 6 persone):
1 kg di lonza di maiale
100 ml di miele
2 begli spicchi d’aglio
4/5 cm di radice di zenzero
un bicchiere di vino bianco
un filo di olio extravergine d'oliva
sale & pepe

Mettete a marinare in una ciotola la lonza di maiale insieme al miele, agli spicchi d’aglio tagliati a metà e privati del germe interno ed allo zenzero grattugiato con una grattugia a fori grossi. Coprite con la pellicola trasparente o con della stagnola e lasciate riposare per almeno un’oretta.
Dopo che la carne si sarà insaporita mettetela in una pirofila che possa andare sia sul fornello che in forno (io ho utilizzato la mia fida Le Creuset) con un filo d’olio e fatela sigillare a fuoco alto su tutti e  quattro i lati. Aggiungete quindi la marinatura, senza filtrarla, e mezzo bicchiere abbondante di vino.
Coprite con un coperchio e continuate la cottura dell'arrosto in forno preriscaldato a 190° per 40-50 minuti, avendo cura di girare l'arrosto a metà della cottura, aggiungendo un altro mezzo bicchiere abbondante di vino. Quando la carne è cotta (se disponete di un termometro per carni, questo dovrà raggiungere i 70 gradi, in alternativa potete forare il pezzo di carne con uno stecchino per verificare che il liquido che fuoriesce sia trasparente), salatela e pepatela, quindi lasciatela raffreddare. Tagliatela a fette non troppo sottili e servitela con il suo sughetto di cottura, avendo cura di eliminare prima gli spicchi di aglio.
Servite con un contorno orientaleggiante a base di insalata mista, carote julienne e germogli di soia, condito con la salsina agrodolce qui sotto.

Condimento per insalata agrodolce con salsa di soia, miele e sesamo

Ingredienti (per 2 persone):
4 cucchiai di salsa di soia
2 cucchiai di miele fluido
1 cucchiaio di semi di sesamo
4 cucchiai di olio di sesamo (si trova presso i negozi di specialità etniche, soprattutto cinesi). In assenza, utilizzare normale olio, preferibilmente delicato

Tostate brevemente i semi di sesamo in una padellina antiaderente.
Mettete tutti gli ingredienti, sesamo compreso, in un barattolo a chiusura ermetica e agitate energicamente per emulsionare il tutto. Potete anche prepararne una dose maggiore e conservare il condimento direttamente nel barattolino.


13 commenti:

Benedetta Marchi ha detto...

Mi ispirano molto entrambe le ricette... e concordo che il nulla in tv invita a cucinare ;)

La cucina di Esme ha detto...

due ricette in un solo post? Ma così ci vizi ! Ottime entrambe e condivido la domenica pomeriggio la mia scelta varia tra una chiacchiera tra amiche, un bel film al cinema o un bel dolce da regalare alla mia famiglia!

Mela ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Mela ha detto...

Perdona il commento sbagliato e cacellato, il mio pc sta ancora dormendo... questo è quello giusto!

Mi piace l'immagine di te sul divano e questa ricettina mi ricorda vagamente la mia, solo che lo zenzerino è proprio una chicca...

mariangela ha detto...

io non ho molta fantasia quando si tratta di cucinare la carne, e mi piacciono sia la lonza che lo zenzero, quindi copierò la tua ricetta volentieri.
condivido i tuoi gusti sulle trasmissioni tv, aggiungo "servizio pubblico"

Simo ha detto...

che buono dev'essere...dici che potrei farlo anche con lo zenzero in polvere??????????

spuntiespuntini senza glutine ha detto...

profumatissimooooooo!

Manuela e Silvia ha detto...

Una salsa molto particolare quella che hai preparato! dal sapore agrodolce e speziato! bravissima, certamente ce la segnamo da provare anche noi!!
un bacione

Alessia ha detto...

Benedetta Marchi, grazie mille :) spero che le vorrai provare, in alternativa alla tv.... ;)

La cucina di Esme, la doppia ricetta era dovuta, insieme stanno benissimo! Mi spiace non avere potuto fotografare la salsina, ma non ve ne è stato il tempo: dovrete immaginarla, anzi, provarla! :)

Mela, ma che ridere! Posso chiederti a quale ricetta di frittura ti riferivi :P?

Mariangela, di solito le ricette di carne sono quelle meno apprezzate sui blog, ma quelle che tutti ricercano per variare un po' ;)Attendo un tuo parere sulla ricetta, devi provarla assolutamente!

Simo, io lo zenzero grattugiato le eviterei, lo vedo più adatto ai dolci (ad esempio ai biscotti). Quello fresco ha tutto un altro aroma a mio giudizio, e sarebbe un peccato non fargli esprimere il suo potenziale in questo arrosto agrodolce!

Spuntiespuntini senza glutine, sì confermo!

Manuela e Silvia, sono contenta che vi piaccia, buona preparazione!

L'acqua 'dorosa ha detto...

Ciao, vengo dallo Zio Piero!!! E rubo la ricetta delle castagnole di ricotta, tanto magnificata dallo zio!! Complimenti per il blog. Tornerò presto. Carla

Alessia ha detto...

L'acqua 'dorosa, bene, mi fa piacere, quelle castagnole sono buonissime! Anzi se ti va di mandarmebe qualcuna visto che io non sto facendo dolci carnevalizi ;) grazie dei complimenti e ti aspetto ancora eh!

Valentina ha detto...

Mi ispirano un sacco visto che il gusto dello zenzero mi piace molto crudo..cotto devo provare!!

lora ha detto...

Ciao! Grazie per la vostra ricetta eccellente !!! Sei veramente un vero cuoco !! Congratulazioni e buona fortuna.

voyance gratuite par telephone ; voyance gratuite par email